Mediazione

Che cos’è la mediazione

La mediazione è una procedura volontaria, confidenziale e stragiudiziale, durante la quale una terza persona neutrale, imparziale e senza potere decisionale — il mediatore — aiuta le parti a trovare una soluzione al loro conflitto giusta e duratura, che tenga conto dei rispettivi interessi e bisogni.

La mediazione viene esercitata da un soggetto terzo imparziale, il mediatore, che cerca di comporre il conflitto tra le parti ponendosi quale facilitatore di un accordo spontaneo che può nascere tra le parti.

Il Decreto Legislativo 28/2010 ha previsto che sia obbligatorio tentare la mediazione prima di instaurare un procedimento davanti all’Autorità Giudiziaria nelle seguenti materie:

  • diritti reali;
  • divisione;
  • successioni ereditarie;
  • patti di famiglia;
  • locazione;
  • comodato;
  • affitto di aziende;
  • risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità;
  • contratti assicurativi, bancari e finanziari.

Dal 20 marzo 2012 il tentativo di mediazione sarà obbligatorio anche per le controversie nelle seguenti materie:

  • condominio;
  • risarcimento del danno derivante dalla circolazione di veicoli e natanti.

La mediazione può essere un utile strumento per risolvere le controversie in tempi brevi e con soddisfazione.